Pensateci bene: veramente è l’Unione Europea a portare la pace?

Al di là della argomentazioni da noi già proposte sul fatto che la pace non c’è perché l’Italia vende armamenti all’estero a Paesi in conflitto e perché l’aumento della povertà e della disoccupazione equivalgono alle devastazioni di una guerra, chiedetevi: perché c’è la pace?

Da come ve/ce la raccontano sembrerebbe che senza UE non ci sarebbe la pace al che io mi/vi chiedo: ma cosa è questa UE? Una Chiesa Apostolica? Una ONG al servizio della pace mondiale? Un agglomerato di buoni samaritani che vogliono solo la pace nel mondo? Un’Adunanza natalizia in cui mettono le letterine sotto l’albero e chiedono come desiderio la pace nel mondo?

O forse la pace è solo una decisione politica, dunque TOTALMENTE indipendente dall’esistenza dell’UE? Così come è l’assenza di Sovranità e la povertà e disoccupazione che vi impongono?
Questi signori a Bruxelles stanno difendendo veramente la pace? O forse stanno difendendo un’Istituzione, una Fede, che è l’Unione Europea, solo perché senza di essa sarebbero anche loro disoccupati e nessuno li ascolterebbe?

Perché, parliamoci chiaro, se la pace dipendesse solo dall’esistenza dell’Unione Europea allora questi signori ci starebbero confessando che siamo tutti sotto ricatto: o lasciamo tutto com’è oppure scoppia la guerra. Ma allora non c’è una vera pace!

Ma allora, semplicemente, solo accettando i ricatti delle Nazioni più potenti supinamente possiamo mantenere la pace!

Ma allora, come si chiama quella situazione in cui non hai scelta? Si chiama DITTATURA.

Perché, badate bene, questo lo hanno espresso apertamente e lo hanno anche firmato pochi giorni fa qui a Roma: l’Unione Europa è inderogabile. NON SI ESCE. TU disoccupato cronico, TU che fai la fila per un pasto caldo NON HAI SCELTA. NON SI TORNA INDIETRO. LO HANNO FIRMATO le persone che dovrebbero rappresentarti. E allora ribadisco: siamo in DITTATURA.

CONCLAMATA.
Perché non abbiamo scelta. Questo non è il Sogno Europeo.

Questo è un INCUBO. Perché nel sogno europeo io devo poter scegliere liberamente, senza ricatti, senza dazi da pagare. Se devo pagare per USCIRE significa che tu, cara Unione Europea, stai mettendo un prezzo sulla mia libertà.

Dunque, no, voi non state difendendo la pace. Voi state difendendo la vostra fede in un Progetto criminale che fino ad oggi ha fatto solo danni. La pace non la decide un’Istituzione. La pace la decide la volontà di cooperare tutti insieme per un mondo migliore. Peccato che nel sogno Europeo non ci sia spazio per il popolo.

Fabrizio Virga

via Economia Democratica