Più della metà degli elettori francesi vuole un voto sulla questione se la Francia dovrebbe continuare ad essere un membro dell’Unione europea, ma molti di più non vogliono lasciare l’euro, ha rivelato una ricerca condotta da Citi.

“Il 54% dei francesi intervistati è a favore di un referendum sull’adesione all’UE. Tuttavia, il 72 per cento si oppone ad uscire dall’euro per tornare al franco”, ha detto Citi nel suo rapporto “French 2017 elections: Who will gain momentum in the final stretch?”

Queste cifre sono state prese da un sondaggio Elabe, condotto online il 7  e 8 marzo in Francia tra 1.001 persone.

A meno di tre settimane dal primo turno delle elezioni presidenziali, sembra chiaro che i francesi sono insoddisfatti della politica europea. Tuttavia, sembrano temere l’impatto economico di una possibile uscita dalla zona euro.

Il leader del Fronte nazionale ha promesso di tenere un referendum sul lasciare l’Unione europea e la moneta unica entro sei mesi dall’eventuale elezione a presidente. Secondo il rapporto di Citi, c’è solo una probabilità del 20 per cento che Le Pen diventerà il prossimo leader francese.  “Nessun sondaggio la dà vincitrice al secondo turno contro François Fillon o Emmanuel Macron”.  “Data l’evidenza, riteniamo che le probabilità di vittoria di ciascun candidato siano le seguenti: Fillon (40 per cento), Macron (35 per cento), Le Pen (20 per cento) e Hamon (5 per cento)”.

La previsione della banca che il candidato conservatore François Fillon è il più probabile vincitore è sorprendente. Da gennaio, i sondaggi hanno indicato che il candidato centrista Emmanuel Macron è quello più accreditato per passare e vincere al secondo turno contro la Le Pen.

Tuttavia, la banca ha osservato che se i sostenitori di estrema destra sono certi circa il loro voto, il supporto per Macron può, invece, essere più fragile di quello che i sondaggi suggeriscono.  Gli elettori della Le Pen sono certi circa la loro decisione. Ma solo il 65 per cento dei seguaci di Macron sono sicuri su chi voteranno.

Allo stesso tempo, i sostenitori di Fillon dimostrano di essere più leale di quelli di Macron con il 76 per cento di loro che si dice sicuro sulla decisione nella corsa presidenziale.

Fonte: L’Antidiplomatico