IL “WHATEVER IT TAKES” ITALIANO (Cose da fare per sistemare il Paese) – Alberto Micalizzi

Il nuovo Governo ha ambizioni di espansione della spesa pubblica. Il Documento di Programmazione Economico Finanziaria appena approvato, però, a cui ha lavorato il Governo Gentiloni, è intriso di misure opposte, coerenti con la filosofia dell’austerity e del “Ce lo chiede l’Europa“. Come conciliare Flat Tax e Reddito di Cittadinanza con il DEF?

Alberto Micalizzi ha una visione chiara delle cose da fare immediatamente perché la “pacchia” finisca per tutti, a cominciare da chi ha ristretto oltre ragionevole misura la circolazione monetaria, passando per le grandi banche d’affari che hanno costruito rapporti privilegiati con lo Stato e non hanno mai pagato il prezzo delle loro speculazioni, fino all’istituzione di una nuova autorità di controllo e garanzia sulla negoziazione dei tassi di interesse. Perché l’Italia sta provando a rialzare la testa e i mercati, in fondo, cercano solo qualcuno che, con la schiena dritta e con i giusti fondamentali alle spalle, sappia declamare solennemente il suo irrevocabile “Whatever it takes“, questa volta siglato a protezione degli interessi del Paese, magari – perché no – anziché da Mario Draghi, da Giuseppe Conte.

via Byoblu